Centro riabilitativo
Premessa - La situazione - Il progetto - Il dettaglio operativo - Le finalità - Sportello del disabile -
Il comitato etico-scientifico - Il perché del nome - Apporti - Avanzamento lavori - Credits & contacts - Dove siamo - Per contribuire

_________________________________________________________________________________________________________

IL DETTAGLIO OPERATIVO
____________________________________________________________________________________

Il servizio, finalizzato alla soddisfazione dei bisogni prima illustrati, avrà, per uno sviluppo di circa 900mq coperti (silos escluso) e 300 scoperti, la seguente configurazione:

2 PIANI ADIBITI A SERVIZIO AMBULATORIALE DI RIABILITAZIONE,
1 PIANO PER IL CENTRO DIURNO,
1 TERRAZZO ATTREZZATO A TETTO,
SILOS PER AUTO.

Il presente documento deve intendersi comunque come ancora in progress, essendo le varianti strutturali in corso d’opera, passibili di comportare modifiche alla capienza definitiva al momento dell’apertura.



___________________________________________________________________________________

  • SERVIZIO AMBULATORIALE  (2 piani soprastanti il Silos auto)

Verrà organizzato un servizio in grado di erogare circa 110 prestazioni giornaliere ambulatoriali a regime, il che fa pensare ad un’utenza di circa 150/170 pazienti in carico. Per ogni utente è corretto, da un punto di vista riabilitativo, ipotizzare un’erogazione di circa 5/6 prestazioni settimanali della durata di circa 45 minuti cadauna.

La struttura per poter rispondere alle suddette esigenze conterà su 14 stanze di terapia, una sala medica, una sala per le consulenze alle famiglie e gli utenti (psicologo), eventuali stanze direzionali, una piccola Cappella, una sala riunioni, più gli spazi relativi ai servizi per la reception, l’attesa e i servizi generali.

Planimetria Servizio ambulatoriale di riabilitazione (piano a livello ingresso)
Simulazione 3D ingresso Servizio ambulatoriale di riabilitazione
Planimetria Servizio ambulatoriale di riabilitazione (piano sottostante ingresso)

Personale afferente servizio ambulatoriale

  • una figura di responsabile scientifico con specifiche competenze nel settore.
  • un medico specialista nell’area neuropsichiatrica con la presenza di circa 20/24 ore settimanali.
  • un medico interno alla struttura del PCDO con competenze internistiche e di raccordo gestionale (16-18 ore). Tale risorsa potrà nel tempo, seguendo un percorso formativo, acquisire anche specifiche competenze da utilizzare all’interno del sistema, assumendo col tempo la funzione di coordinatore del servizio.
  • un  psicologo a 36 ore  ( o due a 18 ore).
  • 14 terapisti della riabilitazione con specializzazioni nelle aree fisioterapica, logopedica, psicomotoria e neuropsicologica  a tempo pieno.
  • due/tre figure impiegatizie, di segreteria e attività di accoglienza.
  • personale per la pulizia e i servizi generali.

______________________________________________________________________________________________________________
  • CENTRO DIURNO   (3° piano + tetto calpestabile ed attrezzabile)

Il Centro Diurno, con finalità specifiche di “transito” e di integrazione sociale o lavorativa, dovrà essere indirizzato ad un’utenza in fascia adolescenziale e post-adolescenziale, con una permanenza massima all’interno del servizio di circa due anni indirizzati ad un percorso finalizzato all’integrazione in ambito sociale o lavorativo.

Questo centro presuppone in organico la presenza di Educatori Professionali, in quanto i bisogni riabilitativi specifici, eventualmente presenti, potranno essere risolti dal Centro ambulatoriale allocato nella stessa struttura.

L’utenza che si può supporre possa afferire al servizio è ipotizzabile attorno alle 40 persone presenti, che utilizzeranno uno spazio di 6/7 vani oltre ad un’area multifunzionale per attività-laboratorio.

L'area del tetto a terrazzo, sovrastante il Centro Diurno, offre interessanti prospettive nell’area ludico-sportiva indirizzata a fini riabilitativi, attraverso la possibilità di allestire un piccolo campo protetto per volley, basket o altri sport compatibili. A questo fine l’ascensore è stato modificato rispetto al progetto originario per raggiungere con la sua corsa anche questo livello.

Il personale, relativamente agli Educatori Professionali, potrebbe essere quantizzato nella misura di 8/9 unità con specifiche competenze anche nei confronti dell’integrazione lavorativa (gestione borse lavoro, stages, tirocinio, integrazione lavorativa).

 

Il Centro Diurno assumerà un’ulteriore valenza collegandosi al servizio di formazione continua, gestito in collaborazione con il Centro di Formazione Professionale del PCDO (ENDOFAP).


Planimetria Centro Diurno (terzo piano)
Planimetria terrazza a tetto attrezzata per attività ludico-sportive e riabilitative (quarto piano)

Personale del Centro Diurno

  • 9 Educatori Professionali.
  • 1 psicologo.
  • l neuropsichiatra condiviso con il centro ambulatoriale.
  • 1 figura per il coordinamento dell’integrazione lavorativa in raccordo con il centro di formazione professionale per la riqualificazione continua.
  • 1 figura medica interna al PCDO con impegno orario e costo già computabile in quello del Centro di Riabilitazione.
  • personale per pulizia e servizi generali ecc.

La segreteria è condivisa con il centro ambulatoriale.

__________________________________________________________________________________


Per quanto riguarda la ristorazione non si ritiene opportuno che essa debba avvenire all’interno del centro. La tipologia e le finalità specifiche del nostro Servizio (riabilitazione ed inserimento nel contesto della vita sociale), renderebbero anzi positivo che tale attività fosse espletata in locali esterni e comuni (mensa dell’Istituto) o ancor meglio pubblici (self service-bar della zona qualora presenti e/o disponibili).

__________________________________________________________________________________